Everyday Life

La vita, qui, va avanti.

Sono in un container dalle forme futuriste di fronte al canale che divide il Noord dal resto della città di Amsterdam. Fuori impazza un vento che fa tremare il doppio strato di plexiglass trasparente. Raffiche di grandine arrivano taglienti e di traverso. Qualche chicco riesce persino a entrare e mi cade sul foglio mentre sto scrivendo proprio in questo momento.

Ma la vita qui dentro va avanti come se nulla fosse, forse solo qualche sguardo in più verso l’esterno ma poi tutti ritornano a quello che stavano facendo pochi istanti prima. Una coppia con figlio entra, fradicia, dalla porta principale, portando con sé una bella ondata di aria gelata. Tutti si girano a guardarli come se stessero aspettando con ansia qualcuno di importante, ma dopo una breve occhiata tornano a fare quello che stavano facendo prima. La vita, qui, va avanti. Si parla a bassa voce in questi posti. Si sente solo il ticchettio della grandine contro il soffitto e i passi della cameriera che non ha voluto rinunciare né ai tacchi né alla sua femminilità. Poi mi accorgo di una musica in sottofondo che pochi istanti prima non c’era. È una musica elettronica, lenta, quasi psichedelica. Guardo per un attimo fuori la tempesta e, cambiando fuoco, ritorno dentro a questo container dove davanti a me una coppia sorridente si sta sfidando ad un gioco da tavolo che non conosco. Mi lascio avvolgere dalla musica e dalla tempesta e per un momento sono felice.

E allora chiudo gli occhi e mi rilasso, mentre la vita, intorno a me, va avanti.

G.

               Saul Leiter

Photo by Saul Leiter

                    

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...